San Sperate

Perchè visitare San Sperate?

Forme e Colori ovunque, San Sperate Paese Museo si presenta così, come una galleria a cielo aperto.

In questo piccolo centro a forte vocazione agricola, situato a 20 Kilometri da Cagliari, nella fine degli anni 60 su iniziativa dello scultore Pinuccio Sciola seguito con entusiasmo dai concittadini vennero dipinti i primi muri anonimi delle case fatte in mattoni di terra cruda.

Oggi ci sono quasi 500 Murales e più di 100 tra sculture e installazioni.

Dove alloggiare a San Sperate

L’ospitalità è una forma d’arte, a San Sperate, il B&B La Noria propone camere allestite con opere di Artisti locali, dotate di tutti i comfort. La casa si trova in campagna a soli 500 mt. dal suggestivo centro storico del paese, è immersa nel verde di un giardino di alberi da frutta e macchia mediterranea. Prenotate qui

Scopri



Booking.com

Cosa vedere e cosa fare

Murales raffigurante la raccolta delle Pesche, realizzato da Angelo Pilloni
Scultura – installazione realizzata con il recupero di vecchie biciclette e ferro
Murales raffigurante figure femminili astratte realizzato da Raffaele Muscas
Murales realizzato dall’artista spagnola Inma Rodriguez

Murales e Sculture: tra le viuzze del centro storico e anche sulle costruzioni più recenti i muri sono dipinti o decorati, resterete piacevolmente sorpresi.

Giardino Megalitico: situato al centro di San Sperate è un parco di pietre scolpite in loco. Realizzato da Pinuccio Sciola, i suoi allievi e i cittadini di San Sperate.

Pinuccio Sciola che suona una delle sue Pietre Sonore

Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola: un museo a cielo aperto che ospita le Pietre Sonore dell’artista che scolpendo la pietra ha ascoltato la voce di questa materia e la ha trasformata in suoni profondi e melodici.

Boschetto Pixinortu: piccolo bosco alla periferia del paese, ideale per una passeggiata al fresco o intrattenersi per la pausa pic nic.

Dove:

Sud Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *